Terme di Fiuggi

Località : Spelagato (Fiuggi)
Provincia : Frosinone
Regione : Lazio
Telefono : 0775/5091 Fax : 0775/509233

Le origini di Fiuggi:
Le origini di Fiuggi risalgono all’epoca preromana, durante la quale il piccolo villaggio di Felcia seguì le sorti della confederazione ernica che, dopo continui scontri e alleanze, si assoggettò definitivamente a Roma nel 367 a.C.Del periodo romano non si hanno molte notizie certe: si sa che Felcia era sulla via Prenestina e che, con il nome di “Fons Arilla”, erano già note le proprietà delle sue acque.

Patologie indicate :
CENTRO UROLOGICO
CURE IDROPINICHE

Le proprietà terapeutiche
L‘acqua di Fiuggi è accreditata con il S.S.N. nella cura della calcolosi renale e delle sue recidive. Recentemente è stata dimostrata la presenza di una macromolecola appartenente alla famiglia degli acidi umici, la quale aggregandosi al calcolo ne provoca la sua disgregazione Nephron 1999, 81(suppl. 1): 93-97. L’acqua di Fiuggi trova beneficio nella preparazione degli interventi per calcolosi urinaria e nel trattamento post litotrissia. Costituisce un efficace rimedio per le infezioni delle vie urinarie e, grazie all’ azione che svolge sul metabolismo dell’acido urico, può favorire la cura della gotta e delle artropatie uratiche. Anche se l’acqua di Fiuggi in bottiglia conserva intatte le sue proprietà il modo più efficace per godere dei suoi benefici è quello di berla alla fonte.Ci sono molti motivi per cui la cura dovrebbe essere effettuata “in loco”: primo fra tutti, un certo stile di vita che gli ospiti di Fiuggi amano adottare. Il riposo, la vita regolare, le passeggiate, il regime alimentare sono aspetti importanti che svolgono un’azione di benessere generale, e che si sommano alle proprietà specifiche dell' acqua. Come in ogni terapia farmacologica ben condotta, anche per la idroterapia debbono essere osservate con chiarezza la posologia, la metodica di somministrazione e la durata della cura. Si è soliti comprendere la durata della cura dai 12 ai 15 giorni. Le dosi aumentano gradualmente dall’inizio della cura e sono stabilite dal medico. Di norma, l’acqua va bevuta al mattino a digiuno e, se necessario, anche il pomeriggio a digestione ultimata. Tra un bicchiere e l’altro è molto utile passeggiare, perché un leggero moto favorisce l’irrorazione renale e quindi una maggiore diuresi.

Fonte Anticolana
Intorno all’acqua le Fonti Foticolana di Fiuggi. Intorno alle Terme Fiuggi il verde. E intorno a tutto, sopra tutto, quel senso di calma e di benessere che pochi luoghi hanno saputo conservare. Fiuggi è così. Un mondo a parte, un’isola tranquilla in cui immergersi per ricaricare la mente prima ancora che il corpo. Con l’energia silenziosa dell’acqua e della natura, ma anche con tutta la vivacità che Fiuggi sa offrire ai suoi ospiti: l’arte, la storia, gli spettacoli, lo sport.